Crea sito

Scioglimento Consiglio comunale per infiltrazioni mafiose dopo scioglimento per dimissioni

E’ possibile procedere allo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazione mafiosa anche dopo l’avvenuto scioglimento per dimissioni, soprattutto nel caso in cui le stesse fossero state rassegnate dopo la nomina, da parte del Prefetto, di una Commissione di accesso, incaricata di verificare se ci fosse una influenza malavitosa nella gestione amministrativa del Comune.

Diversamente opinando, infatti, le dimissioni costituirebbero un facile escamotage per paralizzare l’indagine prefettizia e consentire nella nuova tornata elettorale agli stessi candidati, sospettati di (altro…)

Termine e motivazione autotutela su atto amministrativo illegittimo prima della riforma

Consiglio di Stato sentenza n. 3937/2018

[…] Punctum dolens dell’intera vicenda contenziosa è costituito dalla sostenuta illegittimità dell’atto di autotutela, con il quale è stato annullato il permesso di costruire n. 20/2011, sia in ragione della sua tardività sia in relazione alla insussistenza dei presupposti richiesti dall’art. 21-nonies l. 7 agosto 1990, n. 241 per l’adozione degli atti di ritiro.

In proposito, deve essere tenuto presente, anzitutto, il recente insegnamento espresso nella sentenza dell’Adunanza plenaria di questo Consiglio 17 ottobre 2017 n 8, che ha fissato i principi (altro…)

Restitutio in integrum dipendenti pubblici, condizioni per il riconoscimento

La restitutio in integrum, cioè l’integrale ricostruzione degli effetti economici della posizione del pubblico dipendente, è ammessa nei soli casi di un’illegittima interruzione o sospensione di un rapporto già costituito, e non laddove vi sia stata una mancata o tardiva immissione in ruolo (cfr., da ultimo, Consiglio di Stato, sez. III, 29 gennaio 2018, n. 616), ciò in dipendenza della natura (altro…)

Provvedimenti di assegnazione degli ambiti territoriali dei docenti, domanda di annullamento ordinanza n. 241/2016: giurisdizione ordinaria

Il caso di specie

[…]

CONSIDERATO IN FATTO

1. Con ricorso al TAR Omissis, Omissis e Omissis hanno chiesto l’annullamento:

– dei provvedimenti di assegnazione degli ambiti territoriali e della sede loro comunicati, nonché del provvedimento di assegnazione di ambito territoriale e della proposta di incarico comunicati alla Omissis, emessi in applicazione del CCNL concernente la modalità del personale docente ed Ata per l’anno scolastico 2016/2017; (altro…)

Visto di ingresso e presentazione di documentazione falsa, perimetro applicativo dell’art. 4 co. 2 Testo unico immigrazione

E’ pienamente logico ritenere che l’art. 4, comma 2, del d.lgs. 286/1998 – secondo cui “la presentazione di documentazione falsa o contraffatta o di false attestazioni a sostegno della domanda di visto comporta automaticamente, oltre alle relative responsabilità penali, l’inammissibilità della domanda” – debba trovare applicazione anche alla domanda di permesso di soggiorno UE, in (altro…)

Concorso scuola, insegnanti tecnico pratici o di strumento musicale e mancato avvio del percorso abilitante richiesto dal bando: annullato in parte qua il Decreto c.d. Buona Scuola – DM. 106 DEL 23/02/2016

Consiglio di Stato sentenza n. 3705 15 giugno 2018

La questione esaminata

…1. È appellata la sentenza del TAR Lazio, Roma, sez. III BIS, del 25/11/2016 n. 11792/2016 di reiezione del ricorso collettivo proposto dagli appellanti in rubrica iscritti per l’annullamento, in parte qua, del D.D.G. n. 106 del 23 febbraio 2016 d’indizione del concorso per titoli ed esami per il reclutamento del personale docente nella scuola secondaria di primo e secondo grado. (altro…)

Parcheggi obbligatori ad uso privato: non si paga il contributo di costruzione

Consiglio di Stato sentenza n. 3702  15 giugno 2018

Ai sensi del coordinato disposto delle norme di cui alla l. n. 1150/1977, delle disposizioni di modifica di cui alla l. n. 122/1989 e della l. n. 10/1977 (ora art. 17 comma 3 lett. c), TU n. 380 del 2001), i parcheggi obbligatori ad uso privato sono espressamente individuati quali opere di urbanizzazione e (altro…)

Interesse a ricorrere: stessi requisiti dell’interesse ad agire ex art. 100 cpc

Consiglio di Stato sentenza n. 3706 15 giugno 2018

L’interesse a ricorrere – che deve persistere per tutto il corso del giudizio – è caratterizzato dalla presenza degli stessi requisiti che caratterizzano l’interesse ad agire di cui all’art. 100 c.p.c.: vale a dire la prospettazione di una lesione concreta ed attuale della sfera giuridica del ricorrente e l’effettiva utilità che potrebbe derivare a quest’ultimo dall’eventuale annullamento dell’atto impugnato. (altro…)