Crea sito

Silenzio-assenso ex art. 5 legge 12 luglio 2011 n. 106 sulla domanda di permesso di costruire e decadenza del titolo edilizio tacito, Tar Puglia sentenza n. 725 20 maggio 2019: il Comune non può pronunciarla se è stata richiesta, più volte nel tempo, l’emanazione di un provvedimento espresso

Tar Puglia sentenza n. 725 20/05/2019

[…] – In diritto, va, in via preliminare, osservato che la formazione del silenzio-assenso (art. 5 legge 12 luglio 2011 n. 106) sulla domanda di permesso di costruire (art. 20, comma 8, del d.P.R. 6 giugno 2001 n. 380) postula che l’istanza sia assistita da tutti i presupposti amministrativi e tecnici, sia soggettivi che oggettivi, di accoglibilità, giacché in assenza della documentazione prescritta dalle (altro…)

Retrocessione totale e competenza del giudice amministrativo, Tar Calabria sentenza n. 990 16 maggio 2019: giurisdizione esclusiva ex art. 133 co. 1 lett. g c.p.a. anche se la richiesta è stata proposta in via autonoma

In presenza di una controversia che involga la retrocessione totale di un fondo, la potestas dedicendi del g.a., in funzione di giurisdizione esclusiva di cui all’art. 133, comma 1, lett. g) c.p.a., sussisterà non solo, come già affermato in passato, se la richiesta di retrocessione totale sia avanzata nello stesso giudizio innanzi al g.a. in uno alla domanda di retrocessione parziale ma anche ove proposta in via autonoma. (altro…)

Art. 2635 del Codice Civile ‘(Corruzione tra privati) – Aggiornato al 2019

Art. 2635 CC (Corruzione tra privati) *

[Salvo che il fatto costituisca più grave reato, gli amministratori, i direttori generali, i dirigenti preposti alla redazione dei documenti contabili societari, i sindaci e i liquidatori, di società o enti privati che, anche per interposta persona, sollecitano o ricevono, per sè o per altri, denaro o altra utilità non dovuti, o ne accettano la promessa, per compiere o per omettere un atto in violazione degli obblighi inerenti al loro ufficio o degli obblighi di fedeltà, sono puniti con la reclusione da uno a tre anni. Si applica la stessa pena se il fatto è commesso da chi nell’ambito organizzativo della società o dell’ente privato esercita funzioni direttive diverse da quelle proprie dei soggetti di cui al precedente periodo.] (altro…)

Art. 1284 Codice civile (Saggio degli interessi) – Aggiornato 2019

Art. 1284 Codice civile (Saggio degli interessi)

Il saggio degli interessi legali è determinato in misura pari al 5 per cento in ragione d’anno. Il Ministro del tesoro, con proprio decreto pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana non oltre il 15 dicembre dell’anno precedente a quello cui il saggio si riferisce, può modificarne annualmente la misura, sulla base del rendimento medio annuo lordo dei titoli di Stato di durata non superiore a (altro…)

Abrogazione art 120 co. 2 bis Cpa (rito “super speciale”) ex art. 1, comma 4 D.L. n. 32/19 e diritto transitorio ex comma 5 (“Le disposizioni di cui al comma 4 si applicano ai processi iniziati dopo la data di entrata in vigore del presente decreto”), Tar Calabria sentenza n. 324 13 maggio 2019: l’abrogazione riguarda i processi il cui ricorso introduttivo venga notificato (e non depositato) dopo il 19 aprile 2019

…il Collegio, essendo la relativa questione emersa nel corso della discussione, precisa che la controversia è e continua ad essere regolata dall’art. 120, comma 2 bis, c.p.a., nonostante quest’ultima disposizione sia stata abrogata dall’art.1, comma 4, del D.L. 18 aprile 2019, n. 32 entrato in vigore lo stesso giorno del deposito del presente ricorso (19 aprile 2019) che, però, è stato validamente notificato in data anteriore (12 aprile 2019). (altro…)

Ritardo presentazione istanza di rinnovo del permesso di soggiorno e mancanza di ragioni di forza maggiore, Tar Toscana sentenza n. 702 14 maggio 2019: legittimo il diniego anche se termine è ordinatorio

In tema della tempistica di presentazione della domanda di rinnovo del titolo di soggiorno, il cui ritardo è pacifico in punto di fatto, il mancato rispetto del termine previsto per la presentazione dell’istanza di rinnovo legittima il diniego ove l’Amministrazione verifichi la mancanza di ragioni di forza maggiore che ne abbiano impedito l’osservanza, pur non avendo tale termine natura perentoria ma meramente (altro…)

Art 2484 Codice civile (Cause di scioglimento) – Aggiornato 2019 e 2020

Art. 2484 Codice civile (Cause di scioglimento) *

Le società per azioni, in accomandita per azioni e a responsabilità limitata si sciolgono:

1) per il decorso del termine;

2) per il conseguimento dell’oggetto sociale o per la sopravvenuta impossibilità di conseguirlo, salvo che l’assemblea, all’uopo convocata senza indugio, non deliberi le opportune modifiche statutarie;

3) per l’impossibilità di funzionamento o per la continuata inattività dell’assemblea; (altro…)

Art. 2545-sexiesdecies codice civile (Gestione commissariale) – Aggiornato 2019 e 2020

Art. 2545-sexiesdecies (Gestione commissariale). *

In caso di gravi irregolarità di funzionamento o fondati indizi di crisi delle società cooperative, l’autorità di vigilanza può revocare gli amministratori e i sindaci, e affidare la gestione della società ad un commissario, determinando i poteri e la durata. Ove l’importanza della società cooperativa lo richieda, l’autorità di vigilanza può nominare un vice commissario che collabora con il commissario e lo sostituisce in caso di impedimento. ** (altro…)