Art. 1 legge n. 311 30 dicembre 2004

co. 546.  Per conseguire piu’ elevati livelli di efficienza ed efficacia
nello svolgimento dei compiti e delle funzioni istituzionali, nonche’
per avviare la graduale sostituzione del contingente dei  vigili  del
fuoco ausiliari di leva, la dotazione organica  del  Corpo  nazionale
dei  vigili  del  fuoco  e’  incrementata  fino  ad  un  massimo   di
cinquecento   unita’   complessive.   Con   decreto   del    Ministro
dell’interno, di concerto  con  il  Ministro  dell’economia  e  delle
finanze, si provvede alla distribuzione per qualifiche dirigenziali e
per profili professionali delle unita’ portate in  aumento  ai  sensi
della presente disposizione nel limite di spesa di euro 5 milioni per
l’anno 2005, euro 12 milioni per l’anno 2006 ed  euro  13  milioni  a
decorrere dal 2007. Con successivo decreto del Ministro dell’interno,
da comunicare al Ministro per la funzione pubblica, si provvede  alla
ripartizione per sedi di servizio delle unita’ portate in aumento  ai
sensi della presente disposizione. Alla copertura dei posti derivanti
dal presente incremento di organico disponibili nel profilo di vigile
del fuoco si provvede:  nella  misura  del  50  per  cento,  mediante
l’assunzione degli idonei della graduatoria del concorso  pubblico  a
centottantaquattro posti di vigile del  fuoco,  indetto  con  decreto
direttoriale  in  data  6  marzo  1998,  pubblicato  nella   Gazzetta
Ufficiale, quarta serie speciale, n. 24 del 27  marzo  1998;  per  il
rimanente 50 per cento e per i posti eventualmente non coperti con la
predetta graduatoria, si provvede mediante l’assunzione degli  idonei
della graduatoria del concorso per titolo a centosettantatre posti di
vigile del fuoco,  in  detto  con  decreto  direttoriale  in  data  5
novembre 2001, pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale,  quarta  serie
speciale, n.  92  del  20  novembre  2001.  Le  predette  graduatorie
rimangono  valide  fino  al  31  dicembre  2006.  Le  assunzioni  del
personale portato in aumento ai  sensi  della  presente  disposizione
sono effettuate in deroga alle vigenti procedure di programmazione ed
approvazione.

Precedente Art. 1 legge n. 311 30 dicembre 2004 (legge finanziaria per il 2005) Successivo Art. 1 decreto legge n. 300 28 dicembre 2006 convertito con modificazioni dalla L. 26 febbraio 2007, n. 17