Art. 13 LEGGE 6 dicembre 1991, n. 394 Legge quadro sulle aree protette

ART. 13. Nulla osta

1. Il rilascio di concessioni o autorizzazioni relative ad interventi, impianti ed opere all’interno del parco e’ sottoposto al preventivo nulla osta dell’Ente parco. Il nulla osta verifica la conformita’ tra le disposizioni del piano e del regolamento e l’intervento ed e’ reso entro sessanta giorni dalla richiesta. Decorso inutilmente tale termine il nulla osta si intende rilasciato. Il diniego, che e’ immediatamente impugnabile, e’ affisso contemporaneamente all’albo del comune interessato e all’albo dell’Ente parco e l’affissione ha la durata di sette giorni. L’Ente parco da’ notizia per estratto, con le medesime modalita’, dei nulla osta rilasciati e di quelli determinatisi per decorrenza del termine.

2. Avverso il rilascio del nulla osta e’ ammesso ricorso giurisdizionale anche da parte delle associazioni di protezione ambientale individuate ai sensi della legge 8 luglio 1986, n. 349.

3. L’esame delle richieste di nulla osta puo’ essere affidato con deliberazione del Consiglio direttivo ad un apposito comitato la cui composizione e la cui attivita’ sono disciplinate dal regolamento del parco.

4. Il Presidente del parco, entro sessanta giorni dalla richiesta, con comunicazione scritta al richiedente, puo’ rinviare, per una sola volta, di ulteriori trenta giorni i termini di espressione del nulla osta.

Precedente Procedure di affidamento servizi in concessione e rito speciale ex artt. 119 120 cpa: Adunanza Plenaria 2016 Successivo Aree protette, nulla osta ente parco, Adunanza Plenaria: silenzio-assenso ancora in vigore