Art 514 cpc (aggiornato) “Cose mobili assolutamente impignorabili”

Art 514 cpc Cose mobili assolutamente impignorabili

Oltre alle cose dichiarate impignorabili da speciali disposizioni di legge, non si possono pignorare:

1) le cose sacre e quelle che servono all’esercizio del culto;

2) l’anello nuziale, i vestiti, la biancheria, i letti, i tavoli per la consumazione dei pasti con le relative sedie, gli armadi guardaroba, i cassettoni, il frigorifero, le stufe ed i fornelli di cucina anche se a gas o elettrici, la lavatrice, gli utensili di casa e di cucina unitamente ad un mobile idoneo a contenerli, in quanto indispensabili al debitore ed alle persone della sua famiglia con lui conviventi; sono tuttavia esclusi i mobili, meno i letti, di rilevante valore economico, anche per accertato pregio artistico o di antiquariato;*

3) i commestibili e i combustibili necessari per un mese al mantenimento del debitore e delle altre persone indicate nel numero precedente;

[4) gli strumenti, gli oggetti e i libri indispensabili per l’esercizio della professione, dell’arte o del mestiere del debitore; numero abrogato dalla L. n. 52 del 24 febbraio 2006

5) le armi e gli oggetti che il debitore ha l’obbligo di conservare per l’adempimento di un pubblico servizio;

6) le decorazioni al valore, le lettere, i registri e in generale gli scritti di famiglia, nonchè i manoscritti, salvo che formino parte di una collezione;

6-bis) gli animali di affezione o da compagnia tenuti presso la casa del debitore o negli altri luoghi a lui appartenenti, senza fini produttivi, alimentari o commerciali;**

6-ter) gli animali impiegati ai fini terapeutici o di assistenza del debitore, del coniuge, del convivente o dei figli.**

 

* Numero così modificato dall’art. unico comma 1 della L. n. 302 dell’8 maggio 1971

** Numero aggiunto dall’art. 77 della L. n. 221 del 28 dicembre 2015

 

Testo originario (in vigore dal 21 aprile 1942 al 19 giugno 1971):

Art 514 cpc Cose mobili assolutamente impignorabili

Oltre alle cose dichiarate impignorabili da speciali disposizioni di legge, non si possono pignorare:

1) le cose sacre e quelle che servono all’esercizio del culto;

2) l’anello nuziale, i vestiti, la biancheria, i letti, gli utensili di casa e di cucina, in quanto indispensabili al debitore e alle persone della sua famiglia che convivono con lui;

3) i commestibili e i combustibili necessari per un mese al mantenimento del debitore e delle altre persone indicate nel numero precedente;

4) gli strumenti, gli oggetti e i libri indispensabili per l’esercizio della professione, dell’arte o del mestiere del debitore;

5) le armi e gli oggetti che il debitore ha l’obbligo di conservare per l’adempimento di un pubblico servizio;

6) le decorazioni al valore, le lettere, i registri e in generale gli scritti di famiglia, nonchè i manoscritti, salvo che formino parte di una collezione.

Giurisprudenza art 514 cpc:

Tutti gli articoli del Codice di procedura civile (in fase di aggiornamento):

art. 1

art. 2

art. 3

art. 4

art. 5

art. 6

art. 7

art. 8

art. 9

art. 10

art. 11

art. 12

art. 13

art 14 

art 15 

art 16

art 17

art. 18 

art. 19

art. 20 

art. 21

art. 22

art. 23

art. 24

art. 25 

art. 26

art 26-bis 

art. 27

art. 28 

art. 29

art. 30

art. 31

art. 32

art. 33

art. 34

art. 35

art. 36

art. 37

art. 38

art. 39

art. 40

art. 41

art. 42

art. 43

art. 44

art. 45

art. 46

art. 47

art. 48

art. 49

art. 50

art. 50-bis

art. 50-ter

art. 50-quater 

art. 51

art. 52

art. 53 

art. 54

art. 55 [abrogato]

art. 56 [abrogato]

art. 57

art. 58

art. 59 

art. 60 

art. 61

art. 62

art. 63 

art. 64 

art. 65 

art. 66 

art. 67

art. 68 

art. 69

art. 70

art. 71

art. 72

art. 73

art. 74 [abrogato]

art. 75

art. 76 [da ritenersi abrogato]

art. 77

art. 78

art. 79

art. 80

art. 81

art. 82

art. 83

art. 84

art. 85

art. 86

art. 87

art. 88

art. 89

art. 90 [abrogato]

art. 91

art. 92

art. 93

art. 94

art. 95

art. 96

art. 97

art. 98 [dichiarato illegittimo dalla Corte costituzionale]

art. 99

art. 100

art. 101

art. 102

art.103

art. 104

art. 105

art. 106

art. 107

art. 108

art 109

art. 110

art. 111

art. 112

art. 113 

art. 114

art. 115

art. 116

art. 117

art. 118

art. 119

art. 120

art. 121

art. 122

art. 123

art. 124

art. 125

art. 126

art. 127

art. 128

art. 129

art. 130

art. 131

art. 132

art. 133

art. 134

art. 135

art. 136

art. 137

art. 138

art. 139

art. 140

art. 141

art. 142

art. 143

art. 144

art. 145

art. 146

art. 147

art. 148

art. 149

art. 149 bis

art. 150

art. 151

art. 152

art. 153

art. 154

art. 155

art. 156

art. 157

art. 158

art. 159

art. 160

art. 161

art. 162

art. 163

art. 164

art. 165

art. 166

art. 167

art. 168

art. 169

art. 170

art. 433

art. 434

art. 435

art. 436

art. 437

art. 438

art. 439

art. 439

art. 440

art. 441

art. 442

art. 443

art. 444

art. 445

art. 445 bis

art. 446

art. 447

art. 447 bis

art. 448 [abrogato]

art. 449 [abrogato]

….

art. 474

art. 475

art. 476

art. 477

art. 478

art. 479

art. 480

art. 481

art. 482

art. 483

art. 484

art. 485

art. 486

art. 487

art. 488

art. 489

art. 490

art. 491

art. 492

art. 492 bis

art. 493

art. 494

art. 495

art. 496

art 497

art 498

art. 499

art. 500

art. 501

art. 502

art. 503

art. 504

art. 505

art. 506

art. 507

art. 508

art. 509

art. 510

art. 511

art. 512

art. 513

art 514 cpc

art. 515

Precedente Art 146 D.lgs. 42 2004: norma, testo storico, sentenze. (aggiornato alle ultime modifiche) Successivo Compatibilità paesaggistica (valutazione) nelle autorizzazioni paesaggistiche: parere Soprintendenza tardivo è vincolante?