Art 6 l. 241/1990 Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi (aggiornato 2018)

L. 241/1990 Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi:

Art. 6.

(Compiti del responsabile del procedimento)*

1. Il responsabile del procedimento:a) valuta, ai fini istruttori, le condizioni di ammissibilità i requisiti di legittimazione ed i presupposti che siano rilevanti per l’emanazione del provvedimento;

b) accerta di ufficio i fatti, disponendo il compimento degli atti all’uopo necessari, e adotta ogni misura per l’adeguato e sollecito svolgimento dell’istruttoria. In particolare, può chiedere il rilascio di dichiarazioni e la rettifica di dichiarazioni o istanze erronee o incomplete e può esperire accertamenti tecnici ed ispezioni ed ordinare esibizioni documentali;

c) propone l’indizione o, avendone la competenza, indice le conferenze di servizi di cui all’articolo 14;

d) cura le comunicazioni, le pubblicazioni e le notificazioni previste dalle leggi e dai regolamenti;

e) adotta, ove ne abbia la competenza, il provvedimento finale, ovvero trasmette gli atti all’organo competente per l’adozione. →L’organo competente per l’adozione del provvedimento finale, ove diverso dal responsabile del procedimento, non può discostarsi dalle risultanze dell’istruttoria condotta dal responsabile del procedimento se non indicandone la motivazione nel provvedimento finale←.**

* Rubrica così modificata dalla l. n. 15 11 febbraio 2005

** Periodo aggiunto (vedi testo tra le freccette “→←”) dalla l. n. 15 11 febbraio 2005 Modifiche ed integrazioni alla legge 7 agosto 1990, n. 241, concernenti norme generali sull’azione amministrativa. 

 

Precedente Diritto all'istruzione del disabile, classi con alunni disabili: non è vietata la presenza nella medesima classe di due alunni portatori di handicap grave Successivo Rigetto istanza di sanatoria ex art. 27 L. 112/04 relativa ad impianto di radiodiffusione sonora e diffida allo spegnimento immediato: ripartizione delle competenze fra Ministero delle comunicazioni e Ministero dello Sviluppo Economico in materia di disattivazione “sine die” degli impianti