Art. 957 Dlgs 66/2010 Codice dell’ordinamento militare (aggiornato 2016)

  Art. 957 Casi di proscioglimento dalla ferma o dalla rafferma

1. Il proscioglimento dalla ferma e’ disposto, oltre che per le cause previste per il personale in servizio permanente di cui all’articolo 923, comma 1, lettere i), l) ed m), nei seguenti casi:

a) domanda presentata dall’interessato;

b) assunzione in servizio nel Corpo nazionale dei vigili del fuoco;

c) esito positivo degli accertamenti diagnostici per l’abuso di alcool, per l’uso, anche saltuario od occasionale, di sostanze stupefacenti, nonche’ per l’utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non terapeutico;

d) superamento del limite massimo di licenza straordinaria di convalescenza;

e) motivi disciplinari, ai sensi dell’articolo 1357, comma 1, lettera c);

f) perdita permanente dell’idoneita’ fisio-psico-attitudinale, richiesta per il reclutamento, salvo quanto previsto dall’articolo 955;

g) scarso rendimento di cui all’articolo 960.

2. Il proscioglimento per esito positivo degli accertamenti diagnostici per l’abuso di alcool, per l’uso, anche saltuario od occasionale, di sostanze stupefacenti, nonche’ per l’utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non terapeutico, e’ disposto sulla base della documentazione attestante gli accertamenti diagnostici effettuati.

3. Il provvedimento di proscioglimento dalla ferma e’ adottato dalla Direzione generale per il personale militare e determina la cessazione del rapporto di servizio.

Precedente Affidamento servizio di bollettazione e criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa Successivo Controversie inserimento graduatorie permanenti docenti scuola materna, elementare e secondaria: se ne occupa il giudice amministrativo