Pegno mobiliare non possessorio

Pegno mobiliare non possessorio per il sostegno dell’accesso al credito delle imprese: Parere n. 1939/2020 del 25/11/2020

Consiglio di Stato

Sezione Consultiva per gli Atti Normativi 

Adunanza di Sezione del 3 novembre 2020

1. L’articolo 1 del decreto legge 3 maggio 2016, n. 59, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 giugno 2016, n. 119, ha introdotto nell’ordinamento la figura del pegno mobiliare non possessorio.

Il comma 4 del menzionato articolo prevede che “Il pegno non possessorio ha effetto verso i terzi esclusivamente (altro…)

Condizioni riconoscimento personalità giuridica ente di culto non cattolico – legge n. 1159/1929 e R.D. n.289/1930

Condizioni per il riconoscimento della personalità giuridica a un ente di culto diverso da quello cattolico – legge n. 1159/1929 e R.D. n.289/1930:

– la natura di un ente di culto deve essere desunta dallo statuto adottato e dalle attività effettivamente svolte;

– occorre lo scopo finalistico di carattere prevalentemente religioso dell’associazione, il consistente numero di fedeli, la disponibilità dell’immobile in cui l’associazione ha la sua sede, l’individuazione nominativa del suo effettivo rappresentante, la consistenza del patrimonio mobiliare e l’espressa previsione statutaria di devoluzione dell’intero patrimonio in caso di estinzione

– occorre un’attività di culto nell’ambito di una particolare fede religiosa (altro…)

In house providing, parere Consiglio di Stato n. 1389 7 maggio 2019: ammessa la partecipazione dei privati al capitale della società in house solo se prevista dalla legge nazionale e sia escluso il controllo o potere di veto e l’influenza dominante sulle decisioni

In materia di in house providing la partecipazione di privati al capitale della persona giuridica controllata è ammessa solo se prescritta espressamente da una disposizione legislativa nazionale, in conformità dei trattati e a condizione che si tratti di una partecipazione che non comporti controllo o potere di veto e che non conferisca un’influenza determinante sulle decisioni della persona giuridica controllata.

…Nel caso sottoposto all’esame del Consiglio, poiché, per un verso, la norma di riferimento per l’affidamento della gestione del servizio idrico è l’articolo 149-bis del codice dell’ambiente che chiaramente lo esclude e, per altro verso, manca una norma di legge che espressamente lo prescriva, la risposta al primo quesito deve essere negativa: sino a quando una specifica disposizione di legge nazionale, diversa dagli articoli 5 d. lgs. 50/2016 e 16 d. lgs. 175/2016, infatti, (altro…)

Parere favorevole del Consiglio di Stato sul decreto ministeriale recante la disciplina delle scommesse a quota fissa su eventi diversi dalle corse di cavalli e su eventi non sportivi

Consiglio di Stato parere n. 298 5 febbraio 2018

OGGETTO:

Ministero dell’economia e delle finanze – ufficio legislativo finanze.

Schema di decreto ministeriale recante la disciplina delle scommesse a quota fissa su eventi diversi dalle corse di cavalli e su eventi non sportivi.

Premesso e Considerato:

1. I riferimenti. (altro…)

Concorso sedi farmaceutiche (ordinario e straordinario) e titolarità farmacia, Consiglio di Stato Parere commissione speciale n. 69 3 gennaio 2018 | Ultime novità concorso straordinario farmacie

Concorso sedi farmaceutiche (ordinario e straordinario) e titolarità farmacia, Consiglio di Stato Parere commissione speciale n. 69 3 gennaio 2018:

[…]

I) La richiesta di parere (quesito).

1. Con nota del 3 novembre 2017 il Ministero della Salute – Ufficio legislativo ha indirizzato alla Seconda Sezione consultiva di questo Consiglio la richiesta di parere in oggetto.

Il Capo dell’Ufficio legislativo ha riferito che pervengono al Ministero, da privati cittadini, da federazioni di ordini professionali e da enti del Servizio sanitario nazionale, numerosi quesiti concernenti la corretta interpretazione delle recenti modifiche normative introdotte con la legge 4 agosto 2017, n. 124, recante ″Legge annuale per il mercato e la concorrenza″, in ordine alle disposizioni contenute nella legge 8 novembre 1991, n. 362, (altro…)

Patente a, a1, a2, esercitazione alla guida di motocicli, parere Consiglio di Stato n. 2462 24 novembre 2017 su inapplicabilità art 122 del codice della strada (comma 5) per contrasto con disciplina sul conseguimento patenti di guida delle categorie A1, A2 e A (allegato II, punto 6.3, della direttiva n. 2006/126/CE recepita con d lgs 59/2011): impedirebbe al candidato di esercitarsi correttamente e compiutamente secondo le modalità prescritte dalla normativa

Patente a, a1, a2, esercitazione alla guida di motocicli – Consiglio di Stato parere n. 2462 24 novembre 2017

Vedi anche:

Ritiro e sospensione patente speciale ed effetti sulla patente comune

Concorsi polizia municipale, requisito richiesto patente A senza limiti (o altra necessaria per conduzione motoveicoli aventi potenza superiore ai 25 Kwh): aspirante che possiede patente che esclude guida di motoveicoli con cambio manuale…

Visita medica patente b..

 

Consiglio di Stato parere n. 2462 24 novembre 2017

Richiesta di parere in merito all’applicazione dell’articolo 122, comma 5, del decreto legislativo 30 aprile 1992 n 285. (“Nuovo Codice della strada”).

LA SEZIONE

Vista la relazione con la quale il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha chiesto il parere del Consiglio di Stato sulla questione sopra indicata

Premesso: con nota del 10 agosto 2017 il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha chiesto il parere di questo Consiglio di Stato in merito all’applicazione dell’articolo 122, comma 5, del decreto legislativo 30 aprile 1992 n 285. (“Nuovo codice della strada”).

Il Ministero rappresenta che la direttiva n. 2006/126/CE, recepita in Italia con il decreto legislativo 18 aprile 2011 n. 59, stabilisce, all’allegato II, punto 6.3, le manovre che il candidato deve compiere nel traffico nel corso dell’esame pratico per il conseguimento delle patenti di guida delle categorie A1, A2 e A; e tra queste manovre (altro…)