Crea sito

Foglio di via obbligatorio: i presupposti del provvedimento di allontanamento adottato dal Questore – Consiglio di Stato sentenza n. 767 6 febbraio 2018

Il presupposto legittimante, ai sensi art. 1, comma 1, lett. c) d.lvo n. 159/2011, l’adozione da parte del Questore del provvedimento di allontanamento (cd. foglio di via obbligatorio) da determinati comuni – in relazione al quale, evidentemente, deve essere parametrato l’onere motivazionale dell’Amministrazione – è che il destinatario “per il suo comportamento debba ritenersi, sulla base di elementi di fatto” (…) “dedito alla commissione di reati che offendono o mettono in pericolo l’integrità fisica o morale dei minorenni, la sanità, la sicurezza o la tranquillità pubblica”. (altro…)

Terrorismo internazionale Isis, Sentenza Cassazione penale n. 50189 3 novembre 2017: reato di associazione con finalità di terrorismo ex art. 270 bis cp, quando si configura |Condizioni per custodia cautelare in carcere di soggetti radicalizzati e dediti al proselitismo della jihad antioccidentale combattuta dallo Stato islamico (cellula terroristica che compie atti di addestramento e propaganda per commettere attentati anche in Italia)

Terrorismo internazionale Isis, appartenenti a cellula terroristica islamica (jihad antioccidentale combattuta dallo Stato islamico – Isis), reato ex art 270 bis cp, condizioni custodia cautelare in carcere. – Sentenza V Sezione Cassazione penale n. 50189 3 novembre 2017

Il fatto:

…il Tribunale del Riesame di Venezia, decidendo ai sensi dell’art. 309 cod. proc. pen., ha rigettato l’istanza di riesame proposta avverso l’ordinanza in data 29.3.2017 dal GIP presso il Tribunale di Venezia, con la quale si applicava la custodia cautelare in carcere nei confronti di Omissis, Omissis e Omissis per il reato di associazione con finalità di terrorismo previsto dall’art. 270-bis cod. pen., per aver partecipato all’organizzazione terroristica internazionale denominata ISIS, allo scopo di commettere atti con finalità di terrorismo sia in territorio siriano che nel territorio italiano, costituendo una “cellula” di soggetti radicalizzati e dediti al proselitismo della jihad antioccidentale combattuta dallo Stato islamico, attraverso la diffusione via internet di video e messaggi di incitamento e propaganda, nonché attraverso l’addestramento e l’autoaddestramento, per commettere attentati anche in Italia (in particolare a Venezia)…. (altro…)