Crea sito

Attività di gestione rifiuti non autorizzata, soggetto attivo

Ai fini del reato previsto dall’art. 256, comma secondo, del d. lgs. n. 152 del 2006 – configurabile nei confronti di qualsiasi soggetto che abbandoni rifiuti nell’esercizio di una attività economica – sono indici rivelatori del fatto che il soggetto abbia operato come imprenditore e non come privato cittadino: a) l’utilizzo di mezzi e modalità che eccedano quelli normalmente nella disponibilità del privato; b) la natura e la provenienza dei materiali; c) la quantità e qualità dei soggetti autori della condotta.

Cassazione penale, sent. n. 47662 19 novembre 2014

(altro…)