Crea sito

Diffamazione, critica politica

Cassazione penale sentenza n. 48712 24 novembre 2014

La sanzione della riparazione pecuniaria prevista nel caso di condanna per diffamazione a mezzo stampa ha natura civilistica. L’omessa pronuncia da parte del giudice sulla richiesta avanzata dalla persona offesa, comporta l’annullamento della sentenza con rinvio al giudice civile.

La sussistenza dell’esimente del diritto di critica presuppone, per sua stessa natura, la manifestazione di espressioni oggettivamente offensive della reputazione altrui, la cui offensività possa, tuttavia, trovare giustificazione nella sussistenza del diritto di critica; l’esercizio del diritto in parola consente l’utilizzo di espressioni forti ed anche suggestive al fine di rendere efficace il discorso e richiamare l’attenzione di chi ascolta.

Con riferimento specifico al diritto di critica politica il rispetto della verità del fatto assume rilievo limitato, necessariamente affievolito rispetto alla diversa incidenza sul versante del diritto di cronaca, in quanto la critica, (altro…)