Crea sito

Nullità processuali, atti abnormi, giudice dibattimento, esclusione

Non è abnorme l’ordinanza con cui il giudice del dibattimento, rilevata la diversità del fatto contestato e non costituente di per sé reato (nella specie: mera falsificazione di assegni) rispetto a quello emerso all’esito dell’istruttoria e penalmente rilevante (uso degli assegni falsificati), disponga la trasmissione degli atti al pubblico ministero, pur senza avere preventivamente sollecitato quest’ultimo a modificare o integrare il capo d’imputazione.

Sentenza Cassazione penale n. 46134 del 07 novembre 2014 (altro…)