Crea sito

Delibera Corte dei conti, ricorso Regione, difetto di interesse

Corte dei Conti, Sezioni Riunite, sentenza n. 46 del 13 novembre 2014

In termini generali, la Regione o il Presidente del Consiglio regionale possono sì agire nei giudizi “de quibus”, processualmente inquadrati nel Capo III del R.D. n. 1038/1933, (quali parti cui – “melius” controparti – vanno effettuate le notifiche dei ricorrenti), ma solo se portatori di un interesse autonomo intestatogli dalla legge o “ad adiuvandum” delle ragioni del bilancio regionale.

Non appare meritevole di tutela un interesse a ricorrere della Regione tendente ad una caducazione della delibera della Sezione regionale di Controllo la cui pronuncia è accertativa di numerose illegittimità dei rendiconti dei Gruppi consiliari, sol che si consideri l’obbligo di restituzione, a beneficio del bilancio regionale, delle somme non legittimamente rendicontate; il che esclude, anche ai sensi dell’art. 100 (altro…)

Rendiconti gruppi consiliari senza contratti di lavoro, spese regolari

Corte dei Conti, Sezioni Riunite, sentenza n. 39 del 12 novembre 2014

La circostanza che il DPCM 21 dicembre 2012 contenente le linee guida per la predisposizione dei rendiconti preveda, all’art. 3, comma 3, quale documentazione contabile da allegare al rendiconto del gruppo consiliare, “per le spese relative al personale, qualora sostenute direttamente dai gruppi consiliari, … il contratto di lavoro e la documentazione attestante l’adempimento degli obblighi previdenziali ed assicurativi” non esaurisce le possibilità di rintracciare altri congrui ed univoci elementi probatori idonei a far ritenere regolari le spese (altro…)