Crea sito

Segnalazione non ammissione in Stato Schengen e regolarizzazione

Consiglio di Stato sentenza n. 5694 19 novembre 2014

La disposizione di cui all’art. 5, comma 13, lett. b), d.lgs. n.109 del 2012 dev’essere letta e applicata, in ragione della sua costruzione lessicale, come vincolante, nel senso che, a fronte del rilievo ostativo della segnalazione, nei confronti del lavoratore, di non ammissione nel territorio dello Stato, sulla base di accordi o convenzioni internazionali, l’Amministrazione resta obbligata a negare la regolarizzazione del lavoratore, senza che residui, in capo ad essa, alcun margine di discrezionalità nella valutazione delle ragioni e della rilevanza della segnalazione.

E non assume alcuna rilevanza, ai fini del giudizio di legittimità del provvedimento controverso, la circostanza che l’interessato abbia avuto conoscenza, solo con la comunicazione del preavviso di rigetto, della segnalazione di inammissibilità e che questa sia stata cancellata, su sua (altro…)