Crea sito

Occupazione d’urgenza bene privato senza decreto di esproprio, illecito permanente ex art 2043 cc, prescrizione quinquennale risarcimento da occupazione illegittima, decorrenza per reintegrazione per equivalente dalla data della domanda e decorrenza per pregiudizio mancato godimento da singole annualità – Consiglio di Stato sentenza n. 5084 3 novembre 2017

Occupazione d’urgenza senza decreto di esproprio è illecito permanente ex art 2043 cc; prescrizione quinquennale risarcimento per l’occupazione illegittima – Consiglio di Stato sentenza n. 5084 3 novembre 2017 –

E’ indiscusso che l’occupazione di un bene del privato da parte della P.A., illegittima perché mantenuta sulla base di un decreto di occupazione d’urgenza scaduto nella sua efficacia e non seguito nei termini da un provvedimento di esproprio, costituisca un illecito (altro…)

Effetti occupazione decorrono da materiale apprensione aree

Gli effetti dell’occupazione, ossia la materiale apprensione delle aree, non retroagiscono alla data dell’atto ma dal momento della sua messa in atto. Pertanto, l’esistenza di una decisione della giunta comunale di procedere all’occupazione, espressa prima dell’approvazione regionale del progetto in variante, non comporta una violazione della potestà dominicale della parte sino al momento della sua concreta attuazione. Gli effetti dell’impugnata deliberazione comunale sono da intendersi temporaneamente sospesi, in attesa che sia adottata e divenga esecutiva l’approvazione conclusiva della Regione.

Consiglio di Stato sentenza n. 5669 18 novembre 2014

(altro…)

Opere pubbliche, occupazione d’urgenza, requisiti di legittimità

Consiglio di Stato sentenza n. 5520 11 novembre 2014

[…] in armonia con il radicato convincimento giurisprudenziale (ex aliis T.A.R. Emilia-Romagna Parma Sez. I, 08-02-2006, n. 44), secondo cui, essendo il decreto di occupazione d’ urgenza un atto meramente attuativo rispetto al provvedimento dichiarativo della pubblica utilità dei lavori, l’urgenza e l’indifferibilità degli stessi sono qualità conseguenti all’approvazione del progetto definitivo (ed alla conseguente dichiarazione di pubblica utilità dell’opera) e non vengono meno neppure nell’ipotesi in cui intercorra un elevato lasso di tempo fra l’approvazione del progetto e l’emanazione del decreto di occupazione d’ urgenza. Inoltre non sussiste un obbligo di particolare motivazione in ordine ai (altro…)