Crea sito

Domanda risarcitoria perdita di chance e responsabilità precontrattuale della pubblica amministrazione

Consiglio di Stato sentenza n. 2907 16 maggio 2018

Sui presupposti del riconoscimento del danno da perdita di chance (la giurisprudenza richiamata)

…Quanto al riconoscimento del danno da perdita di chance, deve rammentarsi che esso, per costante giurisprudenza presuppone “una rilevante probabilità del risultato utile” frustrata dall’agire 

(altro…)

Responsabilità precontrattuale PA, Consiglio di Stato sentenza n. 680 2 febbraio 2018 su culpa in contrahendo dell’amministrazione nelle procedure ad evidenza pubblica di affidamento dei contratti

La responsabilità precontrattuale rappresenta quella forma di soggezione alle conseguenze sancite dall’art. 1337 c.c. (oltre che del successivo art. 1338) per condotte contrarie ai canoni di buona fede e correttezza (quest’ultima prevista dall’art. 1175 c.c.) nello svolgimento delle trattative e nella formazione del contratto, che la più recente evoluzione giurisprudenziale ha ritenuto applicabile anche all’attività contrattuale dell’amministrazione svolta secondo i modelli autoritativi dell’evidenza pubblica e che prescinde dall’accertamento di un’illegittimità provvedimentale e anche dalla prova dell’eventuale diritto all’aggiudicazione del partecipante.

A differenza della responsabilità da mancata aggiudicazione, la culpa in contrahendo dell’amministrazione nelle procedure ad

(altro…)

Risarcimento danni pubblica amministrazione giurisdizione dopo SS.UU. 13454/2017, Consiglio di Stato sentenza n. 5036 31 ottobre 2017: ANCHE DOPO STIPULA CONTRATTO al GIUDICE AMMINISTRATIVO controversie risarcimento da responsabilità amministrazione per violazione norme di correttezza con atto autoritativo

Risarcimento danni pubblica amministrazione giurisdizione dopo SS.UU. 13454/2017: Consiglio di Stato sentenza n. 5036 31 ottobre 2017 – Sono comprese nella giurisdizione amministrativa le liti concernenti il risarcimento del danno da responsabilità dell’amministrazione per il mancato rispetto delle norme di correttezza anche ove l’atto autoritativo adottato in violazione di tali (altro…)

Risarcimento dei danni evitabili dal creditore prima dell’art 30 codice del processo amministrativo

Risarcimento dei danni evitabili: La regola per cui non sono risarcibili i danni evitabili con la diligente utilizzazione degli strumenti di tutela previsti dall’ordinamento, fra cui la tempestiva impugnazione del provvedimento, oggi è sancita in modo espresso dall’art. 30, comma 3 c.p.a., ma deriva da un principio già presente in precedenza nell’ordinamento, ricavabile per interpretazione dell’art. 1227 comma 2 c.c. Per conseguenza, già nel (altro…)

Violazione termine di conclusione procedimento: danno da ritardo mero irrisarcibile

In tema di danno da ritardo da lesione di interessi legittimi pretensivi e sulla corretta applicazione dell’art. 2-bis della legge sul procedimento amministrativo, recante la disciplina delle conseguenze per il ritardo dell’amministrazione nella conclusione del procedimento, si è recentemente pronunciato il Consiglio di Stato con sentenza n. 3920 del 22 settembre 2016

 

L’art. 2-bis della legge 7 agosto 1990, n. 241 [«Le pubbliche amministrazioni e i soggetti di cui all’articolo 1, comma 1-ter, sono tenuti al risarcimento del danno ingiusto cagionato in conseguenza dell’inosservanza dolosa o colposa del termine di conclusione del procedimento»] va interpretata nel senso che il riconoscimento del danno da ritardo – relativo ad un interesse legittimo di ordine pretensivo – (altro…)