Crea sito

Mancata attività di collaudo, danno professionale

Consiglio di Stato sentenza n. 5917 1 dicembre 2014

Le speciali disposizioni acceleratorie di cui all’art. 23-bis, della legge n. 1034 del 1971, che erano applicabili ai giudizi attinenti ai provvedimenti relativi alle procedure di aggiudicazione, affidamento ed esecuzione di opere pubbliche o di pubblica utilità, devono ritenersi che fossero applicabili anche con riguardo all’istituto del collaudo, non sussistendo ragioni per dubitare che esso sia incluso nella disciplina di esecuzione del rapporto contrattuale.

Il certificato di collaudo non rappresenta altro che un giudizio che il tecnico incaricato del collaudo dell’opera pubblica, realizzata in esecuzione di contratto di appalto, esprime in rapporto all’obbligazione dedotta in contratto e alle regole dell’arte e rientra nella fase di esecuzione del contratto, sia perché può essere effettuato anche in corso d’opera in tassative ipotesi [ex art. 141, comma 7, del d. lgs. n. (altro…)