Crea sito

Archiviazione nel procedimento amministrativo

Archiviazione nel procedimento amministrativo

Archiviazione nel procedimento amministrativo: natura dell’atto che conclude il procedimento

Tar Lazio sentenza n. 4335 28 aprile 2020
In via generale, con l’atto di archiviazione di un provvedimento limitativo della sfera giuridica del destinatario l’amministrazione compie un accertamento (negativo o positivo) sui presupposti legittimanti l’adozione del provvedimento. (altro…)

Concessione monopoli, sanzioni

Concessione monopoli, sanzioni

Concessione monopoli, sanzioni vendita dei generi di monopolio

È illegittimo il provvedimento di condanna alla pena pecuniaria disciplinare di cui all’art. 35 della legge n. 1293/1957, adottato nei confronti di un titolare di rivendita di generi di monopolio e di concessione di ricevitoria del lotto, che fa discendere l’irrogazione della pena pecuniaria dalla sola segnalazione di una irregolarità di gestione, senza apparentemente tenere conto dell’entità della irregolarità, delle (altro…)

Aiuti comunitari all’agricoltura, giurisdizione risdizione

Aiuti comunitari agricoltura, giurisdizione

Aiuti comunitari agricoltura, giurisdizione: regole di riparto tra giudice ordinario e giudice amministrativo

Tar Lazio Sentenza non definitiva n. 4199 del 27 aprile 2020
[…]
Proprio con riferimento agli aiuti comunitari all’agricoltura e benefici analoghi ed in relazione al profilo della giurisdizione, il giudice amministrativo ha affermato la necessità di distinguere tra la fase (altro…)

D.I.A. e scadenza del termine fissato dall’art. 23, comma 6, del d.p.r. 6 giugno 2001 n. 380, Tar Lazio sentenza n. 9803 22 luglio 2019: l’Amministrazione conserva il potere di verificare se le opere possono essere realizzate sulla base della d.i.a. ed esercita i poteri di vigilanza e sanzionatori previsti dall’ordinamento

L’esercizio dei poteri di vigilanza e repressivi rappresenta, in via generale, una delle imprescindibili modalità di cura dell’interesse pubblico affidato all’Amministrazione, ed è espressione del principio di buon andamento, di cui all’art. 97 Cost.; con la conseguenza che l’Amministrazione conserva il potere di verificare se le opere possono essere realizzate sulla base della d.i.a., ed esercita i poteri di vigilanza e sanzionatori previsti dall’ordinamento, anche dopo la scadenza del termine fissato dall’art. 23, comma 6, del d.p.r. 6 giugno 2001 n. 380 (cfr., ex multis, Consiglio di Stato sez. VI, 10/03/2014 n.1084), tenuto conto che deve escludersi il consolidamento degli effetti della d.i.a. laddove manchino (altro…)

Rigetto istanza di concessione della cittadinanza italiana e discrezionalità del Ministero dell’Interno, Tar Lazio sentenza n. 9694 20 luglio 2019: il sindacato del giudice è di natura estrinseca e formale

“Alla stregua della giurisprudenza della Sezione, confermata dal Consiglio di Stato, deve ritenersi:

– che l’amplissima discrezionalità dell’Amministrazione in questo procedimento si esplica in un potere valutativo che “si traduce in un apprezzamento di opportunità circa lo stabile inserimento dello straniero nella comunità nazionale, sulla base di un complesso di circostanze, atte a dimostrare l’integrazione del soggetto interessato nel tessuto sociale, sotto il profilo delle condizioni lavorative, economiche, familiari e di irreprensibilità della condotta” (Consiglio di Stato sez. VI, 9 novembre 2011, n. 5913; Cds VI n. 52 del 10 gennaio 2011 Cds Sez. VI, sent. n. 282 del 26 gennaio 2010; Tar Lazio sez seconda – quater n. 3547 del 18 aprile 2012);

– che “l’interesse pubblico sotteso al provvedimento di concessione della particolare capacità giuridica, connessa allo status di cittadino, impone, infatti, che si valutino, anche sotto il profilo indiziario, le prospettive di ottimale inserimento del soggetto interessato nel contesto sociale del Paese ospitante” (Tar Lazio sez seconda – quater n. 5565 del 4 giugno 2013); (altro…)

Sanatoria immobili sottoposti a vincolo archeologico, limiti sindacato del giudice amministrativo su parere reso dalla Soprintendenza belle arti e paesaggio sulla domanda di condono edilizio

Il rilascio del titolo abilitativo edilizio in sanatoria per opere eseguite su immobili sottoposti a vincolo è subordinato al parere favorevole delle amministrazioni preposte alla tutela del vincolo stesso, parere che va acquisito a prescindere dal requisito della anteriorità dell’opera rispetto al vincolo. (altro…)

Concorso reclutamento volontari ferma quadriennale (vfp4) esercito italiano, ricorso candidato escluso dalla Commissione (scrutinato “scarso”), Tar Lazio sentenza n. 2357 2 marzo 2018 conferma l’esclusione dopo verificazione giudiziale affidata al Corpo della Guardia di Finanza

Tar Lazio sentenza n. 2357 2 marzo 2018

L’oggetto del giudizio

“per l’annullamento, previa sospensiva,

del provvedimento di esclusione dal concorso per il reclutamento di volontari in ferma quadriennale (vfp4) nell’Esercito italiano per l’anno 2015 – 1° immissione.

Con motivi aggiunti al ricorso principale è stato contestato il provvedimento che ha approvato la graduatoria finale del concorso per cui è causa. (altro…)

Rigetto istanza di sanatoria ex art. 27 L. 112/04 relativa ad impianto di radiodiffusione sonora e diffida allo spegnimento immediato: ripartizione delle competenze fra Ministero delle comunicazioni e Ministero dello Sviluppo Economico in materia di disattivazione “sine die” degli impianti

Tar Lazio sentenza n. 2248 28 febbraio 2018

In materia di impianti di radiodiffusione sonora, se sono rimessi agli organi periferici del Ministero delle comunicazioni interventi di controllo ed ispezione, con possibilità dei medesimi organi di imporre modifiche tecniche ove necessario e anche di ordinare la disattivazione degli impianti, ma come misura temporanea, (altro…)

Diritto all’istruzione del disabile, classi con alunni disabili: non è vietata la presenza nella medesima classe di due alunni portatori di handicap grave

Tar Lazio sent. n. 2250 28/02/2018

E’ illegittima la graduatoria delle domande di iscrizione alle classi prime di una scuola nella parte in cui esclude un minore disabile per la presenza di altro disabile individuato sulla base del criterio della “distanza”, seguendo i “criteri di precedenza per l’accoglimento delle domande di iscrizione classi prime scuola primaria” contenuti in una (altro…)