Crea sito

Provvedimenti di assegnazione degli ambiti territoriali dei docenti, domanda di annullamento ordinanza n. 241/2016: giurisdizione ordinaria

Il caso di specie

[…]

CONSIDERATO IN FATTO

1. Con ricorso al TAR Omissis, Omissis e Omissis hanno chiesto l’annullamento:

– dei provvedimenti di assegnazione degli ambiti territoriali e della sede loro comunicati, nonché del provvedimento di assegnazione di ambito territoriale e della proposta di incarico comunicati alla Omissis, emessi in applicazione del CCNL concernente la modalità del personale docente ed Ata per l’anno scolastico 2016/2017; (altro…)

Mancato rispetto termini della contestazione disciplinare e licenziamento per giusta causa: le Sezioni Unite sulla tutela applicabile in caso di notevole ritardo nella contestazione dell’addebito posto a base del provvedimento di recesso datoriale

Termini contestazione disciplinare e licenziamento per giusta causa, Cassazione civile SS.UU. sentenza n. 30985 27 dicembre 2017:

Il principio di diritto

La dichiarazione giudiziale di risoluzione del licenziamento disciplinare conseguente all’accertamento di un ritardo notevole e non giustificato della contestazione dell’addebito posto a base dello stesso provvedimento di recesso, ricadente “ratione temporis” nella disciplina dell’art. 18 della legge n. 300 del 1970, così come modificato dal comma 42 dell’art. 1 della legge n. 92 del 28.6.2012, comporta l’applicazione della sanzione dell’indennità come prevista dal quinto comma dello stesso art. 18 della legge n. 300/1970. (altro…)

Licenziamento socio lavoratore cooperativa, Sezioni Unite sent. n. 27436 20 novembre 2017: in caso di impugnazione del recesso, la tutela risarcitoria non è inibita da omessa impugnazione delibera di esclusione fondata sulle stesse ragioni riguardanti il rapporto lavorativo, mentre resta esclusa la tutela restitutoria

Licenziamento socio lavoratore cooperativa: Sezioni Unite civili sentenza n. 27436 20 novembre 2017.

Il principio di diritto

In tema di tutela del socio lavoratore di cooperativa, in caso d’impugnazione, da parte del socio, del recesso della cooperativa, la tutela risarcitoria non è inibita dall’omessa impugnazione della contestuale delibera di esclusione fondata sulle medesime ragioni, afferenti al rapporto di lavoro, mentre resta esclusa la tutela restitutoria. (altro…)

Usura bancaria sentenze, Sezioni Unite n. 24675 19/10/2017: 1) usura sopravvenuta non configurabile 2) pretesa interessi usurari non contraria a buona fede (ex art 1375 c.c.)| 3) mutuo usurario anche se fondiario

Usura bancaria sentenze, usura sopravvenuta, la soluzione delle Sezioni Unite sentenza n. 24675 del 19/10/2017:

Allorché il tasso degli interessi concordato tra mutuante e mutuatario superi, nel corso dello svolgimento del rapporto, la soglia dell’usura come determinata in base alle disposizioni della legge n. (altro…)

Termini deposito ordinanza del riesame (misure coercitive) emessa in sede di rinvio (se no perdita efficacia) e particolare complessità della motivazione: trenta giorni ex art 311 cpp comma 5-bis (l 16 aprile 2015 n. 47) (e non quarantacinque ex art 309 cpp comma 10)

Deposito motivazione riesame, il principio di diritto affermato dalle Sezioni Unite, sentenza n. 47970 18/10/2017:

Nel giudizio di rinvio a seguito di annullamento della ordinanza che ha disposto o confermato la misura coercitiva, il tribunale del riesame non può disporre, nel caso di particolare complessità della (altro…)

Chiamata in garanzia impropria: forma della procura

Chiamata in garanzia impropria: Dal principio affermato dalle Sezioni Unite in base al quale i poteri del difensore discendono direttamente dalla legge, la procura valendo solamente a realizzare la scelta e la designazione dell’avvocato e a far emergere la relativa (più o meno ampia ) eventuale limitazione in base alla volontà della parte, deve correttamente trarsene, quale ulteriore corollario, che la procura, ove risulti conferita in termini ampi e comprensivi (per esempio: <<con ogni facoltà»), in base a (altro…)

Retrocessione esproprio e risarcimento danni: quale giudice è competente?

Retrocessione esproprio e risarcimento danni: E’ fuorviante la prospettiva tradizionale del carattere parziale o totale della retrocessione e della connessa configurazione, in capo al soggetto espropriato, di una posizione di interesse legittimo ovvero di diritto soggettivo a seconda della sussistenza o meno (altro…)