Concorso Inps, Tar Lazio Decreto n. 6807 18 dicembre 2017 su requisito della certificazione di conoscenza della lingua inglese, pari almeno al livello B2, richiesta per l’ammissione al concorso pubblico, per titoli ed esami, a 365 posti di analista di processo-consulente professionale – area C, posizione economica C1: ammesso, con riserva, ricorrente che non lo possedeva (misure cautelari provvisorie); la trattazione della causa in camera di consiglio si terrà giorno 12 gennaio 2018

Il Tar Lazio, Decreto n. 6807 18 dicembre 2017, sul recente concorso Inps che nel bando imponeva tra i requisiti da possedere la certificazione linguistica (inglese) di livello almeno pari al B2 del Quadro Comune Europeo di riferimento:

“…accoglie l’istanza di misure cautelari monocratiche e, per l’effetto ammette la ricorrente a presentare la domanda di partecipazione al Concorso indetto dall’ Inps per titoli ed esami a n. 365 posti di analista di processo – area C, posizione economica C1.

A tal fine l’Inps dovrà adottare tutte le misure necessarie ad assicurare la presentazione della domanda e ad ammettere con riserva la ricorrente a partecipare alle prove concorsuali se in possesso di tutti gli altri requisiti richiesti ad accezione di quello contestato con il presente gravame;”

Vedi anche:

Concorsi, impugnazione, possesso requisiti di accesso e legittimazione attiva

Concorso assistente giudiziario: i precedenti la sentenza del Tribunale di Firenze che ha sospeso il concorso (Parte I)

Scorrimento graduatorie e nuove procedure concorsuali

Concorso vigili del fuoco, validità graduatorie, limiti proroga

Idonei non vincitori, scorrimento graduatorie, diritto assunzione

 

Tar Lazio Decreto n. 6807 18 dicembre 2017

per l’annullamento

previa sospensione dell’efficacia,

PER L’ANNULLAMENTO PREVIA CONCESSIONE DI PROVVEDIMENTI CAUTELARI MONOCRATICI EX ART. 56 CPA

– della determina del Presidente INPS, n. 163 datata 7 novembre 2017, pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 24 novembre 2017, n. 90, con la quale è stato indetto il concorso pubblico “per titoli ed esami, a 365 posti di analista di processo-consulente professionale nei ruoli del personale dell’INPS, area C, posizione economica C1”;

– del modello di domanda presente sul sito internet dell’Amministrazione nella parte in cui prevede che il concorrente deve necessariamente dichiarare di essere in possesso della “certificazione – in corso di validità – di conoscenza della lingua inglese, pari almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di riferimento, rilasciata da uno degli enti certificatori riconosciuti dal decreto n. 118 del 28 febbraio 2017 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione – Direzione Generale per il personale scolastico” per potere accedere all’inoltro della stessa;

– della nota pubblicata dall’Inps sul proprio sito istituzionale con la quale è stato chiarito che “la validità temporale della certificazione della conoscenza della lingua inglese dipende dalla tipologia della stessa. Informazioni in proposito dovranno essere richieste direttamente agli istituti che hanno rilasciato la certificazione. Sono pertanto validi ai fini dell’ammissione i certificati in corso di validità e quelli non soggetti a scadenza. Non sono valide ai fini dell’ammissione al concorso certificazioni diverse da quelle sopra riportate ovvero titoli di varia natura attestanti la conoscenza della lingua inglese (ad esempio esami universitari di lingua inglese, corsi di laurea sostenuti in lingua inglese, Erasmus, lauree conseguite in Paesi anglofoni, ecc.)”;

– di ogni altro atto presupposto, connesso e consequenziale.

E PER L’ADOZIONE DI MISURA CAUTELARE MONOCRATICA EX ART. 56 C.P.A. volta a:

– ordinare all’Ente di Previdenza di rettificare il bando in esame, cancellando la clausola escludente che prevede la possibilità di partecipare al concorso – e, dunque, presentare la domanda di partecipazione la cui scadenza è prevista per il 27 dicembre p.v. – solo ai soggetti in possesso della “certificazione – in corso di validità – di conoscenza della lingua inglese, pari almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di riferimento, rilasciata da uno degli enti certificatori riconosciuti dal decreto n. 118 del 28 febbraio 2017 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione – Direzione Generale per il personale scolastico;

– consentire all’odierna parte ricorrente di presentare la domanda di partecipazione al concorso, ordinando all’Inps di modificare la pagina web sopra indicata, nella parte in cui obbliga i partecipanti a dichiarare di aver conseguito la certificazione linguistica B2 ovvero ordinando al medesimo di porre in essere qualsiasi tipo di misura idonea a consentire all’odierna parte ricorrente di presentare la domanda di partecipazione al concorso.

NONCHÉ PER L’ACCERTAMENTO E LA CONDANNA EX ART. 30 C.P.A. DELL’AMMINISTRAZIONE INTIMATA

– all’adozione del relativo provvedimento di ammissione di parte ricorrente alla procedura selettiva in esame nonché, ove occorra e, comunque in via subordinata, al risarcimento del danno per perdita di chance e delle relative somme, con interessi e rivalutazione, come per legge.

[…]

P.Q.M.

Accoglie nei termini di cui in motivazione

Fissa per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 12 gennaio 2018. […]”

Precedente Recupero aiuti di Stato, Consiglio di Stato sentenza n. 5976 19 dicembre 2017 sul dies a quo del termine prescrizionale per il recupero di somme oggetto di sgravi fiscali (a seguito della decisione n. 2000/394/CE della Commissione europea): credito restitutorio dello Stato non esigibile prima del compimento dell’istruttoria “caso per caso”, volta a verificare la sussistenza dei presupposti per il recupero Successivo Consiglio di Stato sentenza n. 5978 20 dicembre 2017 - Applicazione delle informazioni antimafia anche ai provvedimenti a contenuto autorizzatorio | Interdittiva antimafia dopo sentenze CdS nn. 1743 e 1786 del 2016 e n. 565 del 2017