Concorso pubblico e figura del controinteressato nelle relative controversie, Consiglio di Stato sentenza n. 652 31 gennaio 2018

Concorsi pubblici e “controinteressato”, Consiglio di Stato sentenza n. 652 31 gennaio 2018:

Nelle procedure concorsuali l’inconfigurabilità di controinteressati può essere utilmente sostenuta solo quando l’impugnazione venga proposta anteriormente all’adozione della graduatoria, mentre nell’ipotesi in cui l’impugnazione venga proposta successivamente all’emanazione dell’atto conclusivo del procedimento, il ricorso va notificato ad ogni controinteressato individuabile nel medesimo atto, poiché, in questa seconda ipotesi, la posizione del controinteressato è configurabile non solo in capo ai vincitori, ma anche rispetto ai candidati idonei, atteso che per effetto del richiesto annullamento, e della graduatoria, essi potrebbero perdere i benefici discendenti dall’acquisita posizione sia sotto il profilo dei punteggi utili per altri concorsi, sia per l’immissione in ruolo in caso di un utilizzo successivo, in c.d. « scorrimento », della graduatoria.

…Il T.a.r., quindi, avrebbe dovuto, prima di decidere nel merito il ricorso, disporre, ai sensi dell’art. 49 c.p.a., l’integrazione del contraddittorio nei confronti di tutti gli interessati (vincitori e idonei)

La mancata integrazione del contraddittorio determina, ai sensi dell’art. 105, comma 1, c.p.a., l’annullamento con rinvio della sentenza impugnata….

Sulla figura del controinteressato vedi anche:

Domanda di accesso agli atti, diniego, ricorso, controinteressati

Mancata notifica controinteressati e inammissibilità ricorso

Altre sentenze in materia di concorsi e selezioni pubbliche:

Concorso a cattedra, concorso scuola non abilitati senza colpa: si all’ammissione con riserva. Illegittima la piattaforma Polis istanze on line?

Limite età concorsi pubblici, dopo sentenza Salaberria C-258/15 Corte di Giustizia UE 15 novembre 2016 (e sent. Vital Pérez), Tar Lazio sentenza n. 12149 7 dicembre 2017: legittimo il requisito del limite massimo di 45 anni per partecipare al concorso a 30 posti per l’accesso al ruolo dei vigili del fuoco in qualità di orchestrali della banda musicale del corpo nazionale dei vigili del fuoco

Concorso in polizia, alopecia generalizzata non è automatica causa di esclusione

Esame ammissione Medicina,  interpretazione art. 4, comma 1, legge 2 agosto 1999, n. 264 (Norme in materia di accessi ai corsi universitari): la norma non impone la formulazione di una graduatoria unica nazionale; se il bando del MIUR prevede tante graduatorie locali quanti sono gli Atenei interessati, l’accesso ai corsi consegue al raggiungimento di un punteggio sufficiente in relazione ai posti messi a concorso dalla singola facoltà universitaria e vale il principio di autoresponsabilità (scelgono i concorrenti quali e quante sedi indicare nella domanda di partecipazione, assumendo nella propria sfera giuridica le relative conseguenze)

 

 

Precedente Diritto di accesso civico generalizzato, limiti: quando si applica la più restrittiva normativa della l. 241 1990 Successivo Interventi su immobili già oggetto di domanda di condono, Consiglio di Stato sentenza n. 665 1 febbraio 2018 specifica quale intervento edilizio è possibile effettuare e le conseguenze sull’istanza di sanatoria in caso di effettuazione di nuove opere ritenute non sanabili