Concorso scuola, insegnanti tecnico pratici o di strumento musicale e mancato avvio del percorso abilitante richiesto dal bando: annullato in parte qua il Decreto c.d. Buona Scuola – DM. 106 DEL 23/02/2016

Consiglio di Stato sentenza n. 3705 15 giugno 2018

La questione esaminata

…1. È appellata la sentenza del TAR Lazio, Roma, sez. III BIS, del 25/11/2016 n. 11792/2016 di reiezione del ricorso collettivo proposto dagli appellanti in rubrica iscritti per l’annullamento, in parte qua, del D.D.G. n. 106 del 23 febbraio 2016 d’indizione del concorso per titoli ed esami per il reclutamento del personale docente nella scuola secondaria di primo e secondo grado.In particolare, lamentando che non era stato avviato in tempo utile il percorso abilitante richiesto dal bando, parte dei ricorrenti, insegnati tecnico partici o di strumento musicale, hanno rivendicato il diritto a partecipare al concorso.

Altri ricorrenti, dottori di ricerca, deducendo il possesso di crediti formativi universitari maggiore di quello previsto dai percorsi abilitanti (SISS e TFA o PAS), hanno fatto valere la medesima pretesa sostanziale….

La decisione dei giudici

…9. I motivi sono fondati.

9.1 Con riguardo ai ricorrenti insegnanti tecnico pratici o di strumento musicale non è stato avviato in tempo utile il percorso abilitante richiesto dal bando.

Sicché, in violazione dell’art. 2 l. 24 novembre 1998 n. 460, essi si sono trovati nell’impossibilità oggettiva di partecipare al concorso, che costituisce – va sottolineato – per l’insegnamento la prima tappa per potere essere avviati all’esercizio dell’insegnamento professionale.

9.2 In riferimento ai ricorrenti dottori di ricerca, il decreto impugnato, in violazione dell’art. 401 d.lgs. n. 297/94, pretermette d’indicare fra i requisiti soggettivi di partecipazione, l’utile produzione del possesso di crediti formativi universitari, che – almeno in astratto quantitativamente e qualitativamente – assorbono quelli previsti dai percorsi abilitanti (SISS e TFA o PAS).

10. Conclusivamente l’appello deve essere accolto….

Sull’ammissibilità del ricorso collettivo, la pronuncia del Tar Lazio (sentenza breve n. 11792 25/11/2016)

… Sul rilievo che “nel ricorso collettivo oggetto di cognizione si stagliano diverse posizioni soggettive individuali tali da comportare l’individuazione dei ricorrenti come rientranti in diverse tipologie di docenti, ciascuna con proprie peculiarità, in base alle quali in tesi ricorsuale partitamente legittimati all’ammissione al concorso di cui ai bandi impugnati”, il TAR, con la sentenza appellata, ha dichiarato il ricorso inammissibile.…

La (diversa) statuizione del Consiglio di Stato

…Va data continuità all’indirizzo giurisprudenziale, qui condiviso, a mente del quale al fine di riconoscere l’ammissibilità del ricorso collettivo “l’identità delle situazioni sostanziali fatte valere dai ricorrenti si correla alla comune lesione che gli stessi assumono di aver subito nelle facoltà partecipative di cui sono titolari, restando sullo sfondo la diversità delle situazioni di fatto in cui si trovano, insuscettibile in quanto tale di palesare profili di conflittualità tra i rispettivi interessi, quale elemento eventualmente ostativo alla proposizione da parte loro del ricorso collettivo in esame” (cfr. Cons. Stato, sez. IV, 6 giugno 2017 n. 2700; Id., sez. IV, 11 giugno 2015 n. 2873).

7.2 Né il ricorso, avente ad oggetto l’atto generale d’indizione del concorso, contrariamente a quanto ritenuto dagli intervenienti ad opponendum, avrebbe dovuto essere notificato a pena d’inammissibilità a eventuali contraddittori non affatto individuabili ex ante, ossia al momento della sua proposizione….

Sulle spese

…La non univocità in materia della disciplina giuridica giustifica la compensazione delle spese del doppio grado di giudizio….

Vedi anche:

Concorso scuola non abilitati all’insegnamento alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso per la copertura di posti scuole secondarie di primo e secondo grado

Insegnanti, diplomati entro a.s. 2001/2002 vanno inseriti nelle graduatorie ad esaurimento

Docenti AFAM, inserimento graduatorie, requisiti: non vale insegnamento in corsi preaccademici

Legge 107 scuola – Testo aggiornato del disposto normativo di cui all’art 1 legge 107 del 2015, commi da 95 a 100

Miur concorso docenti – Consiglio di Stato sentenza n. 504 25 gennaio 2018 

Precedente Parcheggi obbligatori ad uso privato: non si paga il contributo di costruzione Successivo Controinteressato e onere di proposizione del ricorso incidentale