Concorso reclutamento volontari ferma quadriennale (vfp4) esercito italiano, ricorso candidato escluso dalla Commissione (scrutinato “scarso”), Tar Lazio sentenza n. 2357 2 marzo 2018 conferma l’esclusione dopo verificazione giudiziale affidata al Corpo della Guardia di Finanza

Tar Lazio sentenza n. 2357 2 marzo 2018

L’oggetto del giudizio

“per l’annullamento, previa sospensiva,

del provvedimento di esclusione dal concorso per il reclutamento di volontari in ferma quadriennale (vfp4) nell’Esercito italiano per l’anno 2015 – 1° immissione.

Con motivi aggiunti al ricorso principale è stato contestato il provvedimento che ha approvato la graduatoria finale del concorso per cui è causa.

Con i secondi motivi aggiunti la parte ricorrente ha contestato il verbale di esclusione del 6 aprile 2016, adottato dalla resistente in sede di riesame.”

Il fatto

“Il ricorrente è stato escluso dalla procedura concorsuale per cui è causa.

Il predetto è stato, dalla Commissione di concorso, scrutinato : “scarso” nelle caratteristiche attitudinali: aspettative professionali ( area dell’adattabilità al contesto militare); cooperatività ( area relazionale); autoefficacia ( area emozionale).

Il Collegio, con diverse Ordinanze ( 12845/15; 11/2016; 2892/16), ha, prima chiesto la produzione dello stato di servizio del ricorrente, quindi ha accolto la chiesta misura cautelare in ragione del difetto di motivazione.

In sede di riesame la p.a. ha confermato l’originario provvedimento di esclusione, senza tener conto dei rilievi contenuti della decisione cautelare.

Conseguentemente il Tribunale con Ordinanza n. 2590/16, ha ordinato una verificazione affidata al Corpo della Guardia di Finanza, autorizzando, inoltre, l’integrazione del contraddittorio per pubblici proclami.”

La decisione dei giudici

“In data 12 aprile 2017 l’Organo incaricato della verificazione ha depositato la relazione conclusiva, dettagliata ed esaustiva, il cui esito il Collegio condivide, che ha confermato il giudizio di esclusione espresso dalla Commissione di concorso.

Sul punto la parte non ha replicato.

Pertanto il ricorso, alla luce delle suesposte considerazioni, deve essere respinto.”

Sulle spese

“La peculiarità della vicenda convince il Collegio a compensare le spese di lite.”

Vedi anche:

Uranio impoverito (giurisprudenza)

Vfp1 esercito

Precedente Valutazione di compatibilità paesistica ex post delle opere abusive, presupposti dell’autorizzazione paesaggistica in sanatoria per gli interventi edilizi minori Successivo Tributi, pagamento TARI, ricorso contro le tariffe delle tasse sui rifiuti delle utenze domestiche, Tar Campania sentenza n. 1361 2 marzo 2018 in materia di annullamento della delibera di un consiglio comunale di approvazione delle tariffe TARI