Processo amministrativo, domanda di accertamento pura, Tar Lazio sentenza n. 10982 3 novembre 2017: non ammissibile. | Contestazione riduzione compenso componenti del nucleo di valutazione della spesa previdenziale per estensione (DPCM n. 486/1998) del disposto dell’art. 1 comma 126 legge 662 1996 e atto da impugnare

Processo amministrativo, domanda di accertamento pura non ammissibile; contestazione riduzione compenso componenti del nucleo di valutazione della spesa previdenziale per estensione (DPCM n. 486/1998) del  disposto dell’art. 1 comma 126 legge 662 1996  e atto da impugnare (provvedimento di riduzione della Direzione generale della previdenza) –

Tar Lazio sentenza n. 10982 3 novembre 2017

[…]

per il

riconoscimento del diritto alla corresponsione dell’esatto ammontare del compenso quali componenti del nucleo di valutazione della spesa previdenziale

[…]

Considerato che con il ricorso in epigrafe si chiede il riconoscimento del diritto alla corresponsione dell’esatto ammontare del compenso quali componenti del nucleo di valutazione della spesa previdenziale, richiamando un precedente del Consiglio di stato ( cfr. sent. N.7795/2004) che aveva statuito l’illegittimità dell’interpretazione del DPCM n. 486/1998 di estensione anche ai nuclei di valutazione del disposto dell’art. 1 comma 126 legge n.662/1996 laddove prevede la riduzione del compenso per “i dipendenti pubblici componenti di organi di amministrazione, revisione, collegi sindacali”, lamentando l’evidente inconferenza al nucleo di valutazione della predetta disposizione;

rilevato tuttavia che la domanda introdotta non incide sul provvedimento di riduzione evidentemente adottato, vero atto da contestare nella presente sede giurisdizionale, non dandosi ingresso a una domanda di accertamento pura, come quella proposta – e difatti la richiamata sentenza del Consiglio di stato aveva per oggetto il provvedimento di riduzione della Direzione generale della previdenza -, con derivata inammissibilità del ricorso, pur potendosi compensare le spese per la novità all’epoca della questione;

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza Bis), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, lo dichiara inammissibile.

Spese compensate.

Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall’autorità amministrativa.

Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 26 aprile 2017 […]

Vedi anche:

Sinteticità atti giudiziari: atti processuali troppo lunghi nel processo amministrativo, le nuove regole ex Decreto sinteticità 22-12-2016 (aggiornato dal dPCS 127 2017)

Art 32 codice del processo amministrativo, conversione delle azioni, giurisprudenza | Cds sentenza n. 4654 05/10/2017

Il processo amministrativo: onere della prova

Termini per ricorso al tar appalti pubblici, impugnazione immediata ex art 120 co. 2-bis codice processo amministrativo

Sentenza semplificata Tar e avviso ai difensori

Compensazione spese di lite: discrezionalità giudice amministrativo

Processo amministrativo, notifica appello dopo un anno da pubblicazione sentenza: si applica l’art. 330 cpc terzo comma

Precedente Requisiti ATI procedura ristretta, Tar Lazio sentenza n. 10965 2 novembre 2011: modifica soggettiva “in riduzione” della compagine societaria prima della fase di presentazione offerte (dopo fase di prequalifica) rende inevitabile esclusione da selezione e mancato invito da parte della stazione appaltante a fase successiva di scelta della migliore offerta (vigente art 37 d.lgs. 163 2006 “Raggruppamenti temporanei e consorzi ordinari di concorrenti”) Successivo Tettoie senza permessi, Tar Lombardia sentenza n. 2084 31 ottobre 2017: ordine demolizione tettoia abusiva (qualificata come nuova costruzione) dopo precedente autorizzazione lavori di sostituzione manto di copertura della stessa con tegole di laterizio, rapporto di accessorietà con magazzino (i proprietari del quale avevano richiesto i lavori) non considerato, conseguente illegittimità sanzione demolitoria per eccesso di potere, carenza d’istruttoria e contraddittorietà con precedenti provvedimenti